Traffico online: Un sito o una landingpage o un blog hanno bisogno di traffico online?

Il traffico online

Portare traffico ad un sito o una landing page o un blog non è più un problema.

Rispetto a qualche anno fa i canali per diffondere il proprio business online erano pochi (directory, Google Adwords e SEO per citarne alcuni),

con l’avvento dei social e di database sempre più profilati, ogni business online ha a disposizione svariati canali di traffico.

Le possibilità di intercettare il proprio target sono svariate ed è conveniente testare più canali per valutare quello più idoneo ma per avere traffico è sufficiente andare al “mercato” del traffico e scegliere quello che si desidera.

Basta pagare!

Il problema, quindi, non è né il traffico né il canale da utilizzare, MA il fatto di comprare bene e ottimizzare al meglio ogni singolo euro di investimento.

Ecco quindi rispondendo alla domanda del titolo dell’articolo , era ovvio che un sito o una landingpage o un blog,

che io definisco alcuni dei strumenti di comunicazione online che saranno sempre validi,

ha BISOGNO di traffico, ma quale?

Al di là dei canali che si possono utilizzare ( Facebook Ads, PPC, PPC, SEO, CEM, ecc.) esistono 2 diverse distinzioni che ci saranno molto utili nella progettazione della nostra strategia di comunicazione dei nostri contenuti personali.

Tipologie di traffico

Esistono 3 distinte tipologie di traffico:

  1. traffico che CONTROLLIAMO
  2. traffico che NON CONTROLLIAMO
  3. traffico che POSSEDIAMO

il traffico che controlliamo è la tipologia di traffico di cui noi possiamo decidere il:

  • dove
  • volume
  • quando

il DOVE perché possiamo decidere su quale sito, landingpage, blog, ecc. vogliamo destinare il nostro traffico.

il VOLUME perché in base al nostro budget possiamo definire quanto traffico possiamo generare.

il QUANDO perché possiamo stoppare o attivare le campagne quando lo desideri.

Se volete sapere quanto sia utile in una strategia di Personal Content Marketing utilizzare traffico non controllato potrete apprenderlo da questo articolo “E’ utile fare SEO per la strategia del tuo Personal Content Marketing?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *